road to zero waste

Ri-Snack è il primo snack italiano che combatte lo spreco alimentare, diminuendo la necessità di materie prime e alleggerendo lo sfruttamento di risorse del pianeta Terra. Per noi di Biova Project rappresenta un ulteriore orgoglio perché porta a zero gli scarti delle nostre produzioni di birra. 

20210915-P1027989_edited.jpg

prima la birra, poi lo snack 

Ri-Snack™ di Biova Project è un croccantissimo spuntino a base di malto d’orzo che è già servito per fare la nostra Birra Biova. Dopo aver dato questo fantastico servizio, il malto d’orzo che rimane viene chiamato “trebbia” ed è ancora meravigliosamente pieno di proteine, fibre e Sali minerali, ma molto più povero di zuccheri. In questo modo Ri-snack vince su tutti i fronti: è più sostenibile (visto che usa il 40% in meno di materie prime vergini), è più sano, non è MAI fritto, ed è buonissimo! Una strategia win win in piena regola!   

Gif Trebbia Birra .gif

da scarto a buonissimo 

Da secoli i birrai usano il malto d’orzo germinato e tostato per creare il mosto delle loro birre. Si tratta di un processo che vede il chicco d’orzo arrivare a germinazione per poi subire un processo di maltazione (tostatura appunto) per creare una profondità di gusti e profumi nei chicchi. Il malto, dopo aver rilasciato i propri aromi e zuccheri nel mosto che diventerà poi birra, viene scaricato dal tino di ammostamento e, nei migliori dei casi, usato per l’alimentazione animale, oppure come compost, ma nella maggior parte dei casi buttato in discarica. Noi di Biova Project lo recuperiamo e usiamo questa meraviglia per creare il nostro Ri-Snack. 

Video nero_1.gif

 unisciti al movimento

011 0364246

  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon LinkedIn
  • Black Icon Instagram